Vai a sottomenu e altri contenuti

Progetto 'Azioni di contrasto alle povertà estreme'

Tale intervento prevede l'attivazione di un sostegno economico e la contestuale attivazione di percorsi personalizzati di aiuto a favore delle famiglie e delle persone che vivono in una condizione di grave deprivazione economica per lungo tempo, le cui possibilità di inserimento lavorativo sono attualmente molto ridotte e possono essere ricostituite attraverso interventi sociali e sanitari a carattere intensivo.
Per l'anno 2015 (fondi regionali anno 2014), come previsto dalla normativa regionale, il programma si articola in tre linee di intervento e in particolare prevede:
a) Linea 1: Sostegno economico e progetti personalizzati di aiuto;
b) Linea 2: Abbattimento dei costi dei servizi essenziali per le famiglie e, in particolare, energia elettrica, gas, acqua, raccolta dei rifiuti solidi urbani o l'accesso ad altri beni o servizi;
c) Linea 3: Erogazione di assegni economici in cambio dello svolgimento di attività di pubblica utilità.
Gli obiettivi che si intende perseguire con l'attivazione di tale programma sono i seguenti:
- promozione e valorizzazione delle risorse individuali e familiari ai fini del reinserimento sociale delle persone;
- presa in carico globale della persona e della famiglia in condizione di povertà;
- integrazione con gli interventi di inserimento sociale, lavorativo e formativo;
- temporaneità dell'intervento finalizzato al superamento della fase di emergenza;
- responsabilizzazione dei beneficiari nell'assunzione degli impegni volti alla costruzione di percorsi di uscita dalla condizione di povertà.
Gli interventi di carattere economico sono inseriti in un progetto personalizzato di aiuto predisposto dal Comune, che costituisce una presa in carico globale della persona e della sua famiglia ed è finalizzato alla promozione della autonomia, della dignità personale e al miglioramento delle capacità individuali.
Il progetto personalizzato prevede la sottoscrizione da parte del beneficiario di un sintetico progetto di aiuto, elaborato sulla base delle caratteristiche personali e/o familiari che preveda degli impegni personali volti alla costruzione di percorsi di uscita dalla condizione di povertà e percorsi di responsabilizzazione a fronte del contributo economico ricevuto.
Relativamente alle linee di intervento 1 e 3 potranno essere richiesti ai beneficiari impegni, quali:
- attività di pubblica utilità commisurate alle capacità delle persone inserite;
- permanenza, o dove necessario il rientro, nel sistema scolastico e formativo di componenti il nucleo familiare;
- educazione alla cura della persona, all'assistenza sanitaria, al sostegno alle responsabilità familiari e al recupero delle morosità;
- miglioramento dell'integrazione socio-relazionale, anche attraverso l'inserimento in attività di aggregazione sociale e di volontariato.
La mancata sottoscrizione del progetto di aiuto o il mancato rispetto di uno o più clausole, comporta la decadenza dai benefici previsti dal presente programma.
Il Servizio Sociale Professionale pubblica annualmente il bando per l'accesso al programma. Le persone interessate, entro i termini previsti dal suddetto bando, presentano le richieste, con allegata la dichiarazione ISEE e, successivamente, l'ufficio provvede a redigere la graduatoria dei beneficiari e ad attivare i singoli progetti.

Requisiti

Essere in possesso dei requisiti previsti annualmente nel bando di concorso predisposto sulla base della normativa regionale.

Costi

Nessuno

Incaricato

Luisa Serra

Tempi complessivi

30 giorni
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto