Vai a sottomenu e altri contenuti

Concessione uso locali comunali

L'utilizzo degli immobili comunali viene concesso, nei termini previsti dalla normativa e dal relativo regolamento comunale, nonché nel rispetto della destinazione d'uso originaria degli stessi e per attività non rumorose e compatibili con il contesto abitativo in cui i locali sono ubicati.
Alla base di ciascuna concessione dei locali devono esserci finalità di pubblico interesse: culturale, celebrativa, di cooperazione sociale, turistica, sportiva, formativa, di valorizzazione dell'ambiente, educativa, socio - assistenziale, sanitaria, ricreativa, ecc.
Tutte le attività, manifestazioni e iniziative di qualunque genere organizzate e gestite all'interno dei locali comunali non devono avere finalità lucrative.
Le modalità di concessione degli immobili sono rappresentate dalle tre seguenti tipologie:
a) Occasionale, che consiste nella concessione per un massimo di trenta giornate continuative;
b) Continuativa a tempo determinato, ossia la concessione per un arco temporale non superiore a sei mesi;
c) Annuale rinnovabile, ossia la concessione per un periodo di dodici mesi, rinnovabile annualmente.
La fattispecie di cui alle lettere b) e c) saranno regolamentate da un contratto di comodato d'uso gratuito ex articolo 1803 e seguenti del Codice Civile, stipulato tra il concessionario e l'Amministrazione Comunale.

I soggetti interessati ad usufruire delle strutture dovranno presentare preventivamente domanda di concessione sui moduli appositamente predisposti, debitamente firmata dal legale rappresentante e con allegato l'atto di nomina dello stesso, qualora non sia già in possesso degli uffici comunali.
La domanda va presentata almeno 7 giorni prima della data per la quale si chiede l'utilizzo.
Tale termine è necessario per consentire agli uffici comunali la verifica del possesso dei requisiti e delle condizioni per la concessione. Le domande pervenute oltre tale termine e comunque entro i tre giorni precedenti alla data di utilizzo, verranno prese in considerazione solo compatibilmente con i tempi per l'iter procedimentale e con la disponibilità del locale.
Alla domanda l'Ente dovrà dare riscontro entro cinque giorni dalla presentazione mediante comunicazione scritta (e motivata in caso di diniego), inviata al domicilio del firmatario della richiesta.
La competenza al rilascio della concessione spetta al Responsabile del Servizio Affari Generali. La concessione dei locali della Scuola dell'Infanzia e della Scuola Secondaria di Primo Grado è di competenza del Dirigente Scolastico dell'Istituto Comprensivo, al quale andrà inoltrata apposita richiesta, da trasmettere, per conoscenza, anche agli uffici del Comune.
L'eventuale provvedimento di concesso dovrà essere trasmesso da parte del Dirigente Scolastico, oltreché al richiedente, anche al Comune di Busachi, al fine di consentire l'adozione dei successivi atti e adempimenti (riscossione cauzione ed eventuale rimborso spese, consegna chiavi e locale, ecc.).
In relazione a particolarità dell'uso dei locali o della conformazione dei medesimi, nella concessione possono essere contenute prescrizioni o limitazioni ulteriori rispetto a quelle previste nel vigente regolamento.
Il Responsabile del Procedimento provvede entro i 5 giorni successivi al ricevimento della richiesta, redatta secondo le modalità di cui al presente articolo:
• Verificare l'ammissibilità del soggetto richiedente;
• Verificare l'ammissibilità delle finalità e del tipo di attività che il richiedente intende svolgere;
• Verificare la disponibilità del locale nella data e negli orari richiesti;
• Sottoporre all'esame della Giunta Comunale eventuali casi non contemplati nel presente regolamento;
Emettere la relativa autorizzazione a firma del Dirigente competente, con l'indicazione delle modalità di accesso al locale, eventuali prescrizioni e/o limitazioni, di eventuali importi dovuti e delle relative modalità di versamento, nonché le indicazioni per la consegna delle chiavi.
Prima dell'utilizzo del bene dovrà essere redatto un verbale a cura del Responsabile del Procedimento, sottoscritta dal richiedente, contenente l'analitica descrizione dei beni che vengono consegnati ed il loro stato di conservazione.
A conclusione del periodo di utilizzo del bene, il concessionario provvede alla consegna al Responsabile del Procedimento, il quale, in relazione al verbale di consegna di cui al precedente comma, controllerà la perfetta rispondenza ad esso del bene restituito, dandone discarico al concessionario con annotazione in calce al verbale medesimo.

Requisiti

Possono chiedere ed ottenere l’uso dei locali comunali i seguenti soggetti: •Associazioni culturali, sportive e ricreative senza scopo di lucro, con priorità per quelle operanti nell’ambito comunale; •Associazioni di volontariato costituite ai sensi dell’articolo 3 della legge 11 agosto 1991 n° 266 ed iscritte all’Albo Regionale; •Comitati di cittadini istituiti in occasione dei festeggiamenti delle feste paesane; •Gruppi occasionali per attività strutturate (es. ginnastica, corso di ballo, ecc.) •Patronati sindacali e associazioni di categoria; •Partiti politici e/o movimenti politici; •Organismi religiosi; •Organismi e istituzioni scolastiche; •Istituzioni Pubbliche. In tutti i casi in cui il richiedente non rientri in una delle categorie sopraindicate ovvero l’attività proposta presenti finalità diverse da quelle contemplate dal presente regolamento, la Giunta Comunale valuterà la sussistenza della finalità di pubblico interesse sottesa ad ogni richiesta e provvederà con propria deliberazione a fornire indirizzi al Responsabile del Servizio competente.

Costi

La concessione è subordinata al preventivo versamento di una cauzione, da corrispondere anticipatamente tramite versamento al servizio Tesoreria Comunale. Gli importi della cauzione si differenziano a seconda della tipologia della concessione, secondo il seguente schema: Per le concessioni occasionali è prevista una cauzione in misura fissa pari a € 100,00; Per le concessioni continuative a tempo determinato è prevista una cauzione in misura fissa pari a € 100,00 e una quota variabile pari a € 10,00/mese o frazione di mese; Per le concessioni Annuali, rinnovabili è prevista una cauzione in misura fissa pari a € 100,00 e una Quota variabile pari a € 15,00/mese o frazione di mese Il concessionario dovrà sostenere inoltre, le spese di gestione mediante versamento di una quota forfettaria, a titolo di rimborso spese, diversificata a seconda della tipologia di concessione e pari agli importi stabiliti annualmente con deliberazione della Giunta Comunale. L’importo dovuto dovrà essere versato anticipatamente tramite versamento al servizio Tesoreria Comunale e copia della ricevuta del pagamento effettuato dovrà essere consegnata al Comune, al fine di rendere definitiva la concessione

Documenti da presentare

I soggetti interessati ad usufruire delle strutture dovranno presentare preventivamente:
• Domanda di concessione sui moduli appositamente predisposti, debitamente firmata dal legale rappresentante e con allegato l'atto di nomina dello stesso, qualora non sia già in possesso degli uffici comunali.
• Ricevuta del versamento della cauzione
• Ricevuta pagamento spese di gestione

Termini per la presentazione

La domanda va presentata almeno 7 giorni prima della data per la quale si chiede l’utilizzo
 

Incaricato

Cocco Sebastiano

Tempi interni

Alla domanda l’Ente dovrà dare riscontro entro cinque giorni dalla presentazione mediante comunicazione scritta (e motivata in caso di diniego), inviata al domicilio del firmatario della richiesta

Tempi complessivi

Entro gg. 12 dalla richiesta

Note

Per ragioni di ordine pubblico il Sindaco potrà revocare la concessione in qualsiasi momento con atto scritto e motivato.
La concessione potrà essere sospesa e/o revocata dal Responsabile del Servizio per sopravvenute prioritarie esigenze istituzionali.
In caso di mancato utilizzo degli immobili ovvero di un uso non conforme a quanto disposto dal presente regolamento si provvederà alla revoca della concessione.
Il mancato rispetto della concessione o del regolamento d'uso comporterà, a seconda della gravità e della recidività, il richiamo, la sospensione o la revoca della concessione stessa, nonché l'esclusione dell'inadempiente da godimento futuro dei locali

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
RIchiesta uso locali comunali Formato rtf 67 kb
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto