CONTENUTO DELLA PAGINA

CULTURA E TURISMO

CULTURA E TURISMO

Ufficio Lingua e Cultura Sarda

Lo Sportello Linguistico, conosciuto anche come Ufficio della Lingua Sarda, nasce grazie alla Legge nazionale 482/99 (Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche).

Questi uffici sono attivi da diversi anni in quasi tutti i paesi della Sardegna con lo scopo di tutelare, valorizzare e dare visibilità alla lingua sarda grazie alla presenza di operatori linguistici che hanno il compito di promuovere la lingua nella vita di tutti i giorni.

L'operatore mette a disposizione le sue conoscenze per collaborare con le amministrazioni, con i singoli cittadini, con le scuole e con le varie associazioni che operano nel territorio. L'obiettivo è quello di usare la lingua sarda, in tutte le situazioni, in modo ''normale'' e non folcloristico, in quanto lingua avente la stessa dignità dell'italiano, dell'inglese, e di qualsiasi altra lingua. L'ideale sarebbe raggiungere un bilinguismo perfetto, utilizzando alla pari il sardo e l'italiano. Soprattutto acquisire una coscienza nuova considerando il sardo una lingua e non un dialetto. Una lingua ricca di tante varietà dialettali che la caratterizzano e l'arricchiscono.

Nel 2006 la Regione Sardegna ha approvato delle norme ortografiche di riferimento, per i documenti in uscita dalla Regione, Sa Limba Sarda Comuna, nata in maniera sperimentale, una lingua codificata con delle norme scritte pensata per restituire alla lingua sarda la dignità di lingua che le è stata negata per troppo tempo.

Torna all'inizio della pagina

AIUTI, SOTTOMENU DELLA PAGINA E ALTRE SEZIONI DEL SITO

Torna all'inizio della pagina